Terapie biologiche e sequenze di trattamento per i pazienti con psoriasi a placche moderata-grave: un’analisi farmacoeconomica per il SSN sulla base di dati real world

Autori: C. Martinotti, S. Di Matteo, G.M. Bruno, S. Antonacci, M.G. Celeste, A. Costantini, G.T. Diana, V. Di Lernia, C. Izzi, G. Mazzone, G. Musmeci, M. Nacca, C. Pennacchiotti, F. Santoleri, M. Sferrazza Papa, S. Venezia, G.L. Colombo

Background

L’attuale ampliamento della disponibilità di farmaci biologici nel trattamento della psoriasi da moderata a grave ha condotto allo sviluppo di valutazioni economiche volte a confrontare l’impatto di diversi prodotti con la stessa indicazione, utili sia per i medici durante i processi decisionali di cura, che per i payers e i decisori sanitari per identificare, misurare e confrontare i costi e gli esiti relativi alle terapie. A tal proposito, è stata sviluppata un’analisi farmacoeconomica volta a valutare le implicazioni legate all’impiego di diverse sequenze di trattamento biologico, sulla base di dati provenienti da real world (RWD).

Materiali e Metodi

L’analisi osservazionale retrospettiva ha considerato i dati provenienti da 7 strutture sanitarie dislocate sul territorio nazionale, relativi all’intervallo temporale gennaio 2020 – maggio 2023. Sono stati considerati i dati farmaceutici riferiti a pazienti adulti affetti da psoriasi a placche da moderata a grave: elenco trattamenti, date di avvio ed interruzione dei trattamenti, costo di acquisto ex-factory da aggiudicazione di gara dei farmaci in uso. È stato calcolato il tasso di switch per ciascun trattamento, valutato come interruzione del trattamento e passaggio ad una linea di trattamento alla successiva. L’analisi ha previsto l’inserimento degli input di sintesi ricavati all’interno di un modello sviluppato in MS Excel, precedentemente adottato e validato, basato su informazioni tratte da letteratura, con l’obiettivo di testare la robustezza dello strumento e l’applicabilità dei precedenti risultati ai contesti locali analizzati. Rispetto ad una sequenza base (adalimumab-brodalumab-guselkumab-ixekizumab) sono state confrontate due sequenze alternative, adottando in seconda linea, rispettivamente risankizumab e secukinumab. Al fine di testare maggiori alternative, è stata prevista un’ulteriore simulazione con impiego di tildrakizumab e ustekinumab quali alternative di confronto in seconda linea. Lo scenario base del modello ha espresso i risultati come costo annuo per paziente, indipendentemente dal grado di risposta alla terapia, in uno scenario alternativo è stato considerato anche il costo per paziente rispondente. La robustezza dei risultati è stata testata con un’analisi di sensibilità deterministica.

Risultati

I risultati della raccolta dati presso i 7 centri in studio hanno riportato un numero di pazienti affetti da psoriasi moderata-grave in trattamento con farmaci biologici pari a 6.323, considerando la fotografia dei pazienti in terapia nel periodo di osservazione. L’analisi dei tassi di discontinuità ha evidenziato come la frequenza di switch aumenti al crescere delle linee di trattamento, superando il 50% oltre la 5a linea. Gli esiti della valutazione economica sono risultati in linea con i precedenti ottenuti sulla base di dati di discontinuità tratti da letteratura, evidenziando i benefici ottenibili dall’impiego di brodalumab in seconda linea, dopo la somministrazione di un anti-TNFα. L’uso di brodalumab in seconda linea, rispetto a risankizumab e secukinumab ha comportato un risparmio cumulativo per paziente a 3 anni, rispettivamente di 1.053 € e 1.769 €, selezionando il costo per paziente indipendentemente dalla risposta al trattamento. Per valori di PASI 90 raggiunti entro le 12-16 settimane sono stati evidenziati risparmi a tre anni rispetto alle due alternative, pari rispettivamente a 788 € e 3.340 €. Il vantaggio economico connesso all’impiego della sequenza base è stato confermato anche nel confronto con tildrakizumab e ustekinumab in seconda linea.

Discussione

L’analisi ha consentito di mostrare i possibili benefici connessi all’impiego di sequenze di trattamento con stessa indicazione, ma diverso tasso di discontinuità e costi. L’adozione di brodalumab in seconda linea per il trattamento della psoriasi da moderata a grave è risultata un’opzione terapeutica economicamente vantaggiosa.

Keywords

Trattamenti biologici, treatment sequences analysis, psoriasi moderata-severa, dati real world.

Download

Visualizzazioni Totali: 252

Condividi: