La gestione terapeutica ed i costi sanitari associati in pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI): dati di real-world della regione Lazio

Autori: Melania Dovizio, Valentina Perrone, Chiara Veronesi, Loredana Arenare, Stefania Dell'Orco, Fulvio Ferrante, Marzia Mensurati, Romina Pagliaro, Loredana Ubertazzo, Luca Degli Esposti

La presente analisi retrospettiva è stata condotta al fine di fornire evidenze di pratica clinica sulla gestione dei pazienti affetti da malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) in trattamento biologico. L’analisi si è basata sui dati amministrativi di un campione di ASL della Regione Lazio. Tra il Gennaio/2011-Settembre/2021 sono stati identificati i pazienti con diagnosi di MICI e che iniziavano un nuovo trattamento biologico. Sono stati inclusi 1.348 pazienti in prima-linea (84% con anti-TNF, 4% ustekinumab, 12% vedolizumab) e 387 in seconda-linea (42% con anti-TNF, 24% e 34% con ustekinumab e vedolizumab, rispettivamente). I costi sanitari diretti medi/paziente ammontavano, in prima-linea, a 10.549 €(anti-TNF), 16.370 € (vedolizumab) e 17.556 € (ustekinumab); lo stesso trend si osservava anche in seconda-linea. Il costo relativo al farmaco biologico rappresentava l’86-96% del costo totale nei pazienti trattati. Quest’analisi fornisce evidenze sulla gestione dei pazienti MICI in trattamento biologico, in un setting di pratica clinica della Regione Lazio.

Download

Visualizzazioni Totali: 141

Condividi: