Il contributo delle terapie digitali nella gestione delle malattie croniche: ambiti di applicazione e potenzialita

Autori: G.L. Colombo, S. Zocchi, G.M. Bruno

BACKGROUND

Le terapie digitali sono state definite come tecnologie che offrono interventi terapeutici guidati da software di alta qualita, basati su evidenza scientifica ottenuta attraverso sperimentazione clinica metodologicamente rigorosa e confirmatoria, per prevenire, gestire o trattare un ampio spettro di condizioni fisiche, mentali e comportamentali. Questa definizione pone quindi l’accento sulla pluralita di aree terapeutiche a cui si possono rivolgere queste terapie e anche sul fatto che gli interventi si basano sulla progettazione di software di alta qualita. Questi strumenti presentano la duplice caratteristica di offrire un trattamento standardizzato, ma anche tailored. Il loro processo di diffusione e guidato dagli Stati Uniti, tuttavia alcuni Paesi d’Europa (come, ad esempio, la Germania) ne prevedono la possibilita di accesso al mercato e la rimborsabilita, con diversi quadri di riferimento dal punto di vista legislativo, regolatorio e del processo di valutazione tecnologica (HTA). La crescita esponenziale del mercato delle terapie digitali si basa sulla necessita di controllare i costi sanitari correlati alla gestione della cronicita, spesso incrementati dalla cattiva aderenza alle cure prescritte e alla mancata adesione dei pazienti a stili di vita corretti e salutari. Le terapie digitali si pongono l’obiettivo fondamentale di aiutare le persone a modificare il proprio il comportamento e stile di vita, coinvolgendole attivamente nel percorso di cura.

MATERIALI E METODI

Il lavoro intende offrire una sintesi della piu recente letteratura scientifica relativa ad alcuni ambiti di applicazione delle terapie digitali, evidenziandone il razionale, i dati a supporto della loro efficacia e della loro capacita di impatto sulla spesa sanitaria. In particolare, e stato analizzato il contributo delle terapie digitali e il loro potenziale di sviluppo nell’ambito della gestione delle malattie croniche e del miglioramento dell’aderenza terapeutica. Volendo restringere il campo ad alcune aree, sono state analizzate le evidenze relative all’applicazione di questi strumenti al trattamento dell’insonnia e del diabete. A tale scopo, sono stati consultati motori di ricerca scientifica come Google Scholar e PubMed e banche dati citazionali come Scopus, che hanno consentito di analizzare diversi paper pubblicati su riviste scientifiche peer reviewed, tra cui alcuni studi di revisione comprensivi di meta-analisi.

RISULTATI

Le terapie digitali applicate all’insonnia cronica hanno dimostrato di essere sicure ed efficaci su tutti gli outcome clinicamente rilevanti, e la loro applicazione su larga scala determina un risparmio effettivo nei costi delle cure primarie. Nell’ambito del diabete, queste terapie si associano a una significativa riduzione dei livelli di emoglobina glicata, nonché a un miglioramento dell’aderenza alle terapie e del controllo glicemico. Moltissimi strumenti digitali sono stati inoltre sviluppati ai fini di migliorare l’aderenza terapeutica dei malati cronici, che rappresenta una priorita dei sistemi sanitari di tutto il mondo, con risultati incoraggianti. Tuttavia, le terapie digitali non sono ancora entrate nel mainstream healthcare anche a causa di alcuni ostacoli di ordine culturale, quali la mancanza di una alfabetizzazione digitale diffusa nella popolazione e la scarsa conoscenza di questi strumenti anche da parte degli addetti ai lavori. In generale, le strategie che sembrano migliorare l’aderenza alle terapie comprendono i programmi di auto monitoraggio e di auto-gestione, ma anche i regimi semplificati di dosaggio e il coinvolgimento diretto dei farmacisti. Proprio dal sistema farmacia provengono dei segnali incoraggianti, che consistono in proposte progettuali mirate alla presa in carico della compliance dei propri clienti-pazienti.

CONCLUSIONI

Alla luce dei dati discussi, le terapie digitali potrebbero rappresentare un’occasione importante per migliorare la gestione clinica di importanti patologie e di ridurre i loro costi sanitari e sociali anche nel nostro Paese. In Europa, e in particolare in Italia, si ritiene che l’incremento nell’utilizzo di questi strumenti e la conseguente crescita del loro mercato sara condizionata dallo sviluppo di modelli in grado di consentire accesso diffuso e rimborso da parte dei servizi sanitari pubblici, ma anche di garantire un’adeguata conoscenza delle terapie digitali da parte dei malati e dei professionisti della salute.

Download

Visualizzazioni Totali: 45

Condividi: