Aspetti clinici e farmacoeconomici di Loramyc® – miconazolo in compresse buccali mucoadesive nella candidosi oro-faringea del paziente immunodepresso: un’analisi di budget impact per l’Italia

Autori: Giorgio L. Colombo, Sergio Di Matteo, Giacomo M. Bruno, Renzo Corvo, Pierluigi Viale

Background

Le micosi cutanee rappresentano un capitolo importante della gestione del rischio infettivo del paziente immunodepresso, in rapporto al significativo impatto negativo sulla qualita della vita e sulla possibilita di portare a termine i progetti terapeutici correlati alla patologia di base.

Materiali e metodi

E stata sviluppata un’analisi di Budget Impact per quantificare l’impatto sul SSN, in termini di costi dei trattamenti indicati per la candidosi orofaringea in Italia e a seguito dell’introduzione di Loramyc® (miconazolo in compresse buccali mucoadesive). Il punto di vista considerato nell’analisi e quello del SSN. Il modello e stato impostato prendendo in esame, oltre a Loramyc, le seguenti alternative terapeutiche maggiormente impiegate per pazienti affetti da candidosi orofaringea: fluconazolo, itraconazolo, nistatina. Nell’analisi condotta e stato assunto che tutte le formulazioni presentino la stessa probabilita di efficacia nella risoluzione del problema di candidosi orofaringea.

Risultati

I trattamenti con itraconazolo e fluconazolo sono risultati piu costosi rispetto a Loramyc e nistatina pur considerando che venga mantenuta la dose iniziale. Nell’analisi di budget impact si e ipotizzato, in funzione delle attuali quote di utilizzo ricavate da un’indagine condotta dall’AIRO, che il 49% dei pazienti e trattato con fluconazolo seguito dal 27% con itraconazolo, 11% nistatina ed infine 13% con Loramyc. Il costo totale della coorte di 100.000 pazienti considerati ammonta a circa € 12.600.000 per la gestione media annua. Qualora vengano fatte variare le % di impiego delle terapie, diminuendo le % di fluconazolo da 49% a 44%, itraconazolo da 27% a 22%, l’impiego di Loramyc crescerebbe al 15%, con un risparmio di circa € 580.800 (il 4,6%). Si e inoltre evidenziato che la nistatina, con il rischio di fallimento terapeutico che comporta per la modalita di somministrazione, e causa di un aggravio di spesa in quanto i pazienti non responder o non aderenti al trattamento ricorreranno con maggior frequenza a cure ospedaliere spesso piu costose del farmaco stesso.

Conclusioni

L’introduzione di Loramyc® rappresenta una reale opportunita in grado di colmare l’unmet need rappresentato dagli attuali farmaci antimicotici, con notevoli risparmi per il SSN; questo grazie alla maggiore efficacia e al piu basso tasso di recidive e di eventi avversi rispetto alle altre formulazioni topiche, ed al minor costo, alla minore incidenza di eventi avversi e al minor sviluppo di resistenze rispetto all’uso improprio dei farmaci sistemici.

Keywords

candidosi oro-faringea, fluconazolo, itraconazolo, nistatina, miconazolo, budget impact analysis, pharmacoeconomics.

Download

Visualizzazioni Totali: 2.115

Condividi: