Radio-223 dicloruro nel trattamento del carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione: un’analisi di Budget Impact per il Servizio Sanitario Nazionale

Autori: Elena Verzoni, Marcello Tucci, Mauro Caruggi, Giorgio L. Colombo

OBIETTIVO

Il carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) e una condizione diffusa associata ad elevati costi sanitari diretti e indiretti. Lo scopo di questa analisi e quello di stimare l’impatto economico di Radio-223 dicloruro utilizzato nel trattamento del carcinoma della prostata metastatico con la definizione di una Budget Impact Analysis (BIA) dal punto di vista del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

METODI

E stata sviluppata un’analisi volta a quantificare l’impatto sul SSN Italiano in termini di costi dei trattamenti registrati per il carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione e, in seguito dell’introduzione di Radio 223 dicloruro. Sono stati determinati i costi dei farmaci quantificando il numero e la frequenza delle somministrazioni, il costo delle somministrazioni, il dosaggio, la durata mediana dei cicli di terapia ed infine le confezioni totali utilizzate per il trattamento dei pazienti affetti da mCRPC, ottenendo la spesa media per ogni ciclo di terapia e la spesa complessiva di ciascun trattamento. Nell’analisi condotta e stato assunto che tutte le formulazioni presentino la stessa efficacia, ossia che abbiano la stessa probabilita di efficacia nel trattamento del mCRPC. I valori cosi calcolati sono stati applicati ad una popolazione totale con mCRPC di 3.970 pazienti, suddivisa tra 1a linea, 2a linea e successive.

RISULTATI

Considerando il costo del farmaco, i costi di somministrazione, il costo per la gestione di ciascun evento avverso, i costi totali e la durata mediana di ciascuna terapia, Radio-223 dicloruro risulta avere un costo inferiore rispetto alla maggior parte delle alternative terapeutiche oggi disponibili. I costi totali risultano essere: Radio-223 dicloruro € 26.837,20, Abiraterone 1a linea € 53.999,48, Abiraterone 2a linea € 31.058,63, Enzalutamide 1a linea € 64.168,60, Enzalutamide 2a linea € 34.039,12, Cabazitaxel € 27.238,33, ed infine Docetaxel € 4.246,57. Nel complesso quindi considerando lo scenario di trattamento di 1a e 2a linea a seguito dell’introduzione di Radio-223 dicloruro si generebbe un risparmio pari a € 950.883 per il primo anno, a € 2.158.212 per il secondo anno ed infine a € 3.357.534 per il terzo anno, per un totale di € 6.466.629.

CONCLUSIONI

La terapia con Radio-223 dicloruro risulta avere un impatto sul budget favorevole e risulta essere meno costosa per il SSN rispetto alla maggior parte delle strategie terapeutiche impiegate nel mCRPC in Italia.

Keywords

carcinoma prostatico, Radio-223 dicloruro, budget impact analysis, valutazione economica.

Download

Visualizzazioni Totali: 63

Condividi: