Page 16 - 16_2021_49-66
P. 16

  che si basa sull’assegnazione di alcuni pillolieri elet- tronici a ogni farmacia, programmabili da un apposito gestionale. I pillolieri vengono preparati dal farmacista settimanalmente o mensilmente in base alla prescri- zione medica, grazie a un database dei pazienti presi in carico, con costi molto contenuti. Il sistema prevede un allarme ottico-acustico per ricordare l’assunzione del farmaco al paziente o al caregiver. Un aspetto interes- sante di questo sistema è che la mancata assunzione o anche l’errore nell’assunzione del farmaco è segnalata acusticamente e comporta l’invio di un messaggio in- formativo al caregiver o al medico. Qualora le forme far- maceutiche non fossero compatibili con la dimensione delle celle o si trattasse di forme liquide, viene inserito un reminder. Questo progetto si colloca nell’ambito dei servizi offerti dalle farmacie per la gestione del malato cronico, ovvero: il monitoraggio dell’aderenza terapeu- tica e dell’appropriatezza prescrittiva, la distribuzione di farmaci e la stampa dei promemoria in farmacia, i servizi di screening e di auto-analisi, la telemedicina (Holter e ECG) e il monitoraggio di parametri fisiologici quali la pressione arteriosa, la saturazione, ecc.
Le iniziative delle farmacie a favore del miglioramento dell’aderenza alle terapie per i malati cronici sono consi- derate uno strumento importante per migliorare lo sta- to di salute e ridurre i costi per il nostro SSN, che pos- sono sfruttare la capillarità della farmacia sul territorio e il rapporto fiduciario dei clienti-pazienti con la figura del farmacista. Considerando che le principali patologie croniche comportano dei costi correlati agli eventi acuti valutabili in 5-7 miliardi di euro annui per nazione, anche solo la riduzione del 10% porterebbe un risparmio eco- nomico di 600 milioni di euro annui in Lombardia.25
DISCUSSIONE
Le terapie digitali offrono l’indiscusso vantaggio di garantire un accesso costante (24/7) ai trattamenti, abbattendo le barriere geografiche e logistiche che li- mitano l’accesso a cure di qualità e consentendo una fruizione delle terapie in un contesto privato, variabi- le particolarmente importante per chi si trova in con-
dizioni vissute come stigmatizzanti quali le patologie mentali. Inoltre, le terapie digitali hanno il vantaggio di essere state sottoposte a valutazione HTA e di aver dimostrato di essere sicure ed efficaci grazie alla loro sperimentazione attraverso trial clinici. Infine, si tratta di trattamenti standardizzati, ma contemporaneamente personalizzati; il razionale alla base del loro sviluppo si fonda sull’idea che il paziente possa diventare protago- nista attivo del proprio processo di cambiamento.
Un ulteriore punto di forza di questi sistemi risiede pro- prio nella personalizzazione della terapia, che si basa sulle risposte e sui progressi dei pazienti o su altri in- dicatori, ma anche nella possibilità di offrire un monito- raggio clinico in tempo reale dei progressi del paziente che consente l’adattamento dei trattamenti al bisogno.11
Le terapie digitali applicate all’insonnia hanno dimo- strato di essere efficaci su tutti gli outcome clinicamente rilevanti, quali il tempo di addormentamento, la durata del sonno, la quantità di risvegli e la diminuzione dei disturbi correlati alla carenza di sonno. Una di queste terapie, Sleepio, di pubblico accesso in alcune zone del Regno Unito e ampiamente diffusa negli Stati Uniti, è stata supportata non solo da trial clinici, ma anche da studi economici, e si è rivelata capace di produrre un risparmio sui costi delle cure primarie, tanto che la sua adozione a livello nazionale potrebbe ridurre la spesa sanitaria di 20 milioni di sterline solo nel primo anno di utilizzo. Inoltre, si tratta di una terapia sicura, che si di- stingue dalle molte App finalizzate al miglioramento del sonno, non prescrivibili, che si rivolgono direttamente al consumatore, ma che mancano completamente di validazione clinica, con rischi imponderabili sulla sicu- rezza e la privacy.
Per quanto riguarda l’applicazione delle terapie digitali all’ambito del diabete, quest’area terapeutica rappre- senta il principale segmento di mercato di tali strumen- ti, a causa della loro impressionante diffusione, legata a fattori quali l’invecchiamento della popolazione, il miglioramento delle capacità diagnostiche e la diffusa scorrettezza degli stili di vita, connessi a ingenti costi umani ed economici.
62 G.L. Colombo et al. / CLINICO ECONOMICS ITALIAN ARTICLES ON OUTCOMES RESEARCH / VOL 16 / ANNO 2021 / PAG. 49-66


























































































   14   15   16   17   18