Page 10 - 16_2021_49-66
P. 10

  Tuttavia, il numero limitato di terapisti certificati e la loro presenza non omogenea non garantisce a tutti i pazienti la disponibilità di questo trattamento. La difficoltà di ac- cesso alle cure si è intensificata a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19, che ha limitato an- che le interazioni faccia-a-faccia tra professionisti della salute mentale e i pazienti. Altri aspetti che limitano l’ac- cesso alla CBT sono la difficoltà purtroppo ancora asso- ciata alla ricerca di una cura psicologica, spesso vissuta come stigmatizzante, e i costi delle terapie.11
Sleepio è una terapia digitale basata su un program- ma standardizzato e automatizzato che include l’intero range delle tecniche cognitivo-comportamentali utiliz- zate per l’insonnia. È stata progettata per gli adulti che desiderano migliorare il loro sonno ed è disponibile at- traverso un sito web e un’App iOS. Il corpo di ricerca a supporto della sua efficacia è ampio e la sua fruizione è stata correlata a diversi outcome clinici quali il tempo di addormentamento e il numero di risvegli notturni,13 alla diminuzione di sintomi ansioso-depressivi, ma anche a un aumento nella produttività sul lavoro.14
L’utilizzo di Sleepio risulta associato a una riduzio- ne nell’utilizzo dei farmaci secondo i self-report dei pazienti.15 Inoltre, l’impatto economico del pubblico ac- cesso a Sleepio sul NHS in termini di costi connessi alle cure primarie e alle prescrizioni mediche è stato ana- lizzato utilizzando dei real-world data. È stato preso in considerazione il caso della regione della Thames Val- ley, dove l’accesso a questa terapia è libero, tra l’ottobre 2018 e il gennaio 2020. Il database si avvale di un set di dati raccolti grazie alla collaborazione di nove medici
TABELLA 3
Proiezione della riduzione nel costo delle cure primarie associate al lancio di Sleepio
di medicina generale e include una popolazione di oltre diecimila pazienti. Il risparmio totale nelle 65 settimane di follow-up si è rivelato pari a £71.027, che corrispon- dono a £6,64 per persona e circa £70,44 per gli utilizza- tori di Sleepio. I risparmi nella spesa sanitaria connessa alle cure primarie consegue principalmente alla ridu- zione nel numero di prescrizioni: l’adozione di Sleepio a livello nazionale è considerata in grado di ridurre la spesa sanitaria di 20 millioni di sterline nel primo anno di utilizzo,12 Tabella 3.
La terapia digitale approvata dalla FDA e indicata per l’insonnia cronica si chiama invece Somryst e viene erogata tramite un software installato su un dispositivo mobile, che si basa proprio sulle tre componenti tera- peutiche primarie della CBT-I evidence-based: restrizio- ne del sonno personalizzata, controllo degli stimoli e ristrutturazione cognitiva. Il programma si avvale di sei moduli interattivi che rispecchiano la struttura di una tradizionale CBT-I, basata sulla frequenza settimanale del trattamento per un periodo da sei a otto settimane consecutive, che arriva a nove settimane se di conside- rano la baseline e le valutazioni post-trattamento. L’in- tervento si basa su testi, feedback grafici, animazioni e illustrazioni, quiz, test, video-vignette e video con inter- venti di esperti, e sull’invio di notifiche per promuovere l’aderenza al trattamento. Inoltre, Somryst si avvale di un diario quotidiano del sonno in cui i pazienti si au- to-monitorano e registrano parametri quali l’orario in cui vanno a letto e quello in cui si addormentano e i loro self-reports sulla gravità dell’insonnia percepita. I dati vengono successivamente elaborati da un algoritmo
  Per person (95% CI)
  £4,66 (£3,20 – £6,13)
  £6,64 (£4,60 – £8,67)
  £13,00 (£9,15 – £16,84)
  £ 21,48
(£ 15,22 – £ 27,75)
  Per Sleepio user Buckinghamshire England
1 anno
£ 49,52
£ 207.640 £ 21.523.042
65 settimane
£ 70,44
£ 295.374 £ 30.617.071
2 anni
£ 138,00 £ 578.648 £ 59.979.956
3 anni
£ 228,07
£ 956.347 £ 99.130.468
 Nine practices
  £ 49.930
  £ 71.027
  £ 139.144
  £ 229.967
  Thames Valley
  £ 884.298
  £ 1.257.936
  £ 2.464.343
  £ 4.072.885
 56
G.L. Colombo et al. / CLINICO ECONOMICS ITALIAN ARTICLES ON OUTCOMES RESEARCH / VOL 16 / ANNO 2021 / PAG. 49-66






























































   8   9   10   11   12